Dal 1966 la famiglia Forno coccola i suoi clienti nella Piola, che aveva allora tanto di spillatrice di vino,

con i sanguis pan e salam e le ancioe al verd.

La “piola” è la tipica osteria piemontese, dove si mangia bene, si beve anche meglio e ci si diverte; nel tempo i modi sono cambiati – migliorati – ma l’essenza no:

come allora si mangia bene, si beve anche meglio, ci si diverte e soprattutto si spende poco.

La Piola del Forno ti accoglie oggi con le sue eccellenze del territorio – cibo, vino e caffè – e l’atmosfera schietta e cordiale.



VITEL TONNÉ A TAVOLA IN PIEMONTE DAL 1700

Vitel tonné, ricetta tipica, dal Ducato di Savoia all’Italia intera.

Nato nel cuore del Piemonte nel cuneese, all’inizio del XVIII secolo, questo piatto ha da sempre conquistato per la freschezza e il gusto originale.

“Tonné” non per il tonno.

Tonné, non deriva da “tonnato” come pensiamo, ma è la piemontesizzazione del francese “tanné” che vuol dire conciato, lavorato, scuro, perché in origine la carne era accompagnata da una salsa di acciughe, molto presenti nella cucina piemontese, che lo rendeva scuro.

Dalle tavole di casa ai grandi chef.

Il tonno è stato aggiunto da Pellegrino Artusi nel 1891 che lo include tra gli ingredienti della sua salsa: acciughe, tonno sottolio, limone, olio e capperi e prevedeva anche una versione calda con carne arrosto, anziché bollita e fatta raffreddare.

La “salsa tonnata” fa il suo ingresso con l’utilizzo delle uova solo nel Novecento, ma ancora non è “unica”.

Il nostro vitel tonné

La Piola del Forno ha la sua ricetta che arriva dalla tradizione e dai segreti ereditati.

Non si usa più la carne “avanzata” come un tempo. Il taglio è morbido, fresco e come sempre garantita dal nostro macellaio che ci fornisce le sue leccornie da 50 anni. La cottura è curata nei minimi dettagli, compreso l’uso del vino che ne vivacizza il sapore. La salsa è vellutata e perfetta per completare questo gusto pieno del Piemonte.

Sempre presente nel nostro menù porta la nostra storia in tavola.

Consigliato con un Barbera superiore, magari un calice di “Briccofiore” la barbera superiore di Rocchetta Tanaro che fa sei mesi di botte nuova.

Hai prenotato?

E tu? Che ricetta usi?

#vitel tonné #tradizioneatavola #piemonte #ricettetipiche #freschezza #estate #barberasuperiore

SIAMO DEI GURU!

La Piola del Forno Consigliato su Restaurant Guru 2019

La mail comunica così:

Salve,

Siamo lieti di informarvi che La Piola del Forno si è aggiudicato il titolo di miglior locale di Torino

sulla base delle recensioni dei clienti su Restaurant Guru! 

Nel farvi le nostre più sincere congratulazioni, vi inviamo un riconoscimento speciale che potrà essere pubblicato sul vostro sito Web. 

La Piola del Forno Torino at Restaurant Guru

Onorati e grati per questo riconoscimento internazionale, non possiamo che aver ancora più voglia di fare bene e di mettere tutta la nostra #passione per creare vere e proprie #esperienze di #gusto.

Emozioni che nascono dai sapori della nostra zona, dalla condivisione delle eredità di chi ci ha insegnato con amore, dalle ricette innovative proposte da giovani cuochi.

Tradizione e innovazione sono la nostra realtà.

Crediamo nelle nostre proposte di piatti che vengono da tempi lontani e che difficilmente si possono trovare altrove (alcuni sono proprio solo qui).

tonno di coniglio de La Piola del Forno
tonno di coniglio de La Piola del Forno

Dalla nostra famosa finanziera, al tonno di coniglio fresco e saporito fino alla carpionata, preparata con una ricetta segretissima.

Il tutto “innaffiato” da etichette pregiate del territorio. Produttori scelti, provati, attività conosciute e visitate perché anche nel vino si sente la passione.

#Guru è come si dice “tanta roba“.
Sentiamo forte la gratitudine e vivace la spinta a continuare per fare sempre meglio.

e soprattutto, Grazie.

#restaurantguru #premio2019 #restaurantturin #torinonelmondo #lapioladelforno #estateincittà #turismo #accoglienza #piedmont #typicalrecipe #besocialcomunicazione #forno #osteriapiemontese

Siamo aperti a Ferragosto! Prenota qui.

Il Signor Brasato al Barbaresco

Quando si sprigionano i sapori.

La cucina piemontese, si sa, ama la carne. Dalla cruda in poi, il comune denominatore è la scelta di materie prime di eccellenza sotto ogni profilo.

Il brasato è un invitato d’onore alla nostra tavola. E’ il Signor Brasato.

Il #brasato è un piatto di carne ricco di storia e di sostanza. 
La carne di manzo viene cotta nel #vino dopo una marinatura di 12 ore nello stesso, con profumi e verdure.

Noi lo prepariamo con il #barbaresco, un vino nobile del #Piemonte, dal colore rosso granato intenso, con riflessi aranciati se invecchiato, con profumo elegante. In bocca ha sapore asciutto e pieno. Ben si sposa per questa esplosione di sapore. 

La carne è di manzo e come sempre, ci rivolgiamo al nostro macellaio di fiducia perché vogliamo la certezza di proporre tagli perfetti per la ricetta.

La cottura, dopo una vivace rosolatura, è lenta. Prima di servire la carne viene fatta riposare (è questo il segreto). Questo la rende ancor più morbida.
Il brasato è ricco di sfumature: gli #aromi penetrano nella carne, il vino lascia un gusto pulito e pieno.

La nostra proposta in questo periodo è con patate al forno.

Il brasato è #tradizione. La scelta del vino buono, il saper attendere, i piccoli trucchi per far sì che diventi speciale la convivialità con cui si condividono piatti di questo tipo.

Il brasato è #calore. Come l’abbraccio delle spezie e delle verdure che insaporiscono la ricetta.

Il brasato è #bellezza. Il colore scuro come le terre locali, il sughetto lucido e denso.

Il brasato è #gusto. Alloro, ginepro, verdure, barbaresco, carne diventano un tutt’uno appagante e saporito.

Il brasato piemontese è qui.

#ricettepiemontesi #brasato #dovemangiareeberebene #weekendtorino#turin #accoglienza #menùtradizionale #osteria #forno #besocialcomunicazione #italianfood